MGB-300 – Mobile Gateway Buoy

prodotto

Specifiche

  • Lunghezza:

    2044 mm

  • Altezza:

    2017 mm

  • Peso nell'aria:

    28 kg

  • Peso nell'acqua:

    Range positivo da 2 a 4 [Kg]

  • Velocità:

    2 nodi (fino a quattro nodi se richiesto)

  • Stoccaggio dell'energia:

    Batteria Li-Ion 14,4 Volt – 1200 Wh

  • Resistenza:

    12 ore a velocità massima

  • Sensori di navigazione:

    GPS, misuratore di profondità, inclinometro 3D

  • Ulteriori sensori:

    umidità, temperatura, livello di batteria

  • Software:

    Windows GUI

  • Comunicazione:

    WiFi radio Link (Range corto 1km), UHF radiomodem (Range l 10Km)

introduzione

Cos'è Boa Gateway

È l’ultimo arrivato in casa Graal Tech fra i veicoli autonomi di superficie (ASV) realizzati per trasportare diversi tipi si strumenti subacquei.

È composto da una fibra di carbonio e da un cilindro di alluminio anodizzato connessi a due interfaccia dove sono situati lo sterzo e il propulsore principale. Fu inizialmente realizzato solo per raccogliere alcuni parametri ambientali, la versione attuale, con il suo design rinnovato, risulta essere particolarmente adatta per un ampio spettro di applicazioni.

Le peculiarità del sistema sono costituite dal suo modulo di connessione e dalla presenza di un sistema di connessione aperto che la rendono una piattaforma unica che può soddisfare diversi bisogni dell’utente.

Un’ulteriore caratteristica è la grande manovrabilità.

Carico utile e connessione

L’integrazione di un carico utile di missione è un compito molto semplice. Grazie alle antenne dei bracci del veicolo il vano di carico sottomarino può essere installato nella posizione migliore per le loro finalità.

Sistema di controllo aperto

I pannelli di controllo preferiti dai client ad esempio: Arduino, Arm, x86, possono essere facilmente ospitati in un modulo di carico utile con o senza altra attrezzatura. Un link di serie e uno di rete saranno disponibili per connettere il pannello al veicolo CPU.

Un’interfaccia ROS fornisce l’accesso a tutti I sensori e gli attuattori del veicolo e agli strumenti di comunicazione. In questo modo l’utente può scrivere il proprio codice e avere il controllo totale dell’AUV X-300 per testare gli algoritmi GNC o le strategie di coordinamento fra molteplici AUV.